close



Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica e clicca su ISCRIVITI ORA

Torna alla pagina precedente indietro

Van Medevoort e Davis Acoustic
Amplificatore MA260 e diffusori Matisse HD

Nel rinnovato negozio di Calco c’è la possibilità di ascoltare decine di prodotti, proposti in varie combinazioni, per venire incontro ai desideri del cliente. Ultimamente proponiamo anche impianti completi, nel senso che li allestiamo cercando di mettere insieme prodotti che abbiano caratteristiche soniche sinergiche, complementari, per raggiungere buoni livelli di soddisfazione d’ascolto senza che l’appassionato non troppo esperto si complichi troppo la vita.

Uno di questi impianti proposti è costituito da un insolito binomio franco-olandese. Si tratta dei diffusori DAVIS ACOUSTICS MATISSE HD e dell’amplificatore integrato VAN MEDEVOORT MA 260.

La scelta della sorgente è lasciata al cliente, il quale potrà privilegiare il lettore CD o il sempre più di moda PC. Infatti l’MA 260, 50 watt effettivi per canale, è dotato di un DAC interno di ottima qualità, e perciò è già pronto per chi volesse passare all’ascolto della cosiddetta musica liquida. Questo ampli olandese dispone di 4 ingressi digitali e due analogici (1 ingresso USB e 3 SPDif : coassiali placcati oro e ottici; 2 ingressi stereo analogici RCA con connettori placcati oro).

C’è anche un’uscita per subwoofer; il fattore di smorzamento è pari a 800, ottimo per il controllo dei woofer dei diffusori; pesa ben 10kg; e in dotazione un comodo telecomando per le funzioni principali. I diffusori francesi MATISSE HD sono dei 3 vie con 4 altoparlanti (1 tweeter a cupola morbida, 1 midrange da 13 cm in kevlar, 2 woofer sempre da 13 cm in cellulosa/carbonio),due condotti reflex, uno anteriore e uno posteriore, 91 db di sensibilità, crossover con tagli a 350 e 3500 Hz, 23 kg, 102 cm di altezza, 21 di larghezza, 29 di profondità, vinilico noce o laccate nero piano con sovrapprezzo. Linea molto carina, poco invasiva, a prova di moglie!

Ampli e diffusori un po’ si assomigliano, sia sonicamente che fisicamente: estetica sobria, non sfacciata, linea quasi slim per l’ampli, silver con tastini e manopola del volume neri, e linea altrettanto slim per le “casse”, veramente poco invadenti anche in un normale soggiorno. La sinergia è notevole anche a livello dell’ascolto: gli alti non sono mai fastidiosi, i medi hanno una correttezza esemplare, i bassi scendono in frequenza parecchio, oltre le aspettative visive date dai woofer non enormi, e lo fanno senza code grossolane o rimbombi sgradevoli. Tutto questo per una cifra non esagerata : di listino i diffusori costano 929 euro (1370 la versione laccata nera) e 1590 l’amplificatore. Per un normale ambiente domestico e per un normale appassionato possono rappresentare un buon punto di arrivo, senza complicarsi l’esistenza con pre e finali separati e cavi vari in più.

Per un appassionato più esigente ma che vuol fare spese per gradi o per un audiofilo alle prime armi potrebbero essere un magnifico punto di partenza. E’ garantita la corretta riproduzione del messaggio musicale in tutte le sue molteplici sfumature, si può godere con un esborso economico alla portata di diverse persone della gioia dell’ ascolto dei nostri musicisti preferiti. E, da non sottovalutare, è pronto per la musica liquida.

 

Alfredo Terenghi