close



Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica e clicca su ISCRIVITI ORA

Torna alla pagina precedente indietro

Ingrandisci immagine Micha Huber Ingrandisci immagine Micha Huber Ingrandisci immagine Micha Huber Ingrandisci immagine Micha Huber
Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine Ingrandisci immagine
Visualizza immagine Micha Huber Visualizza immagine Micha Huber Visualizza immagine Micha Huber Visualizza immagine Micha Huber
Micha Huber
Mr Thales

 

T W: Sig Huber, qual è il tuo background e come ha fatto il tuo braccio Thales ad arrivare a tanto? Ci spieghi i punti di forza e di debolezza del Burne Jones e del Garrad Zero 100 e quali sono le somiglianze e le differenze tra il Thales Original e il Thales Semplicity?

 

Micha Huber: Il mio background è l'industria degli orologi svizzeri. Dopo la mia formazione in ingegneria meccanica ho lavorato insieme ad Andreas Strehler per lo sviluppo della meccanica dei movimenti interni degli orologi per cinque anni. Il mio lavoro consisteva nel costruire i prototipi, e per quanto riguarda questo ho costruito alcune parte di famosi movimenti: Moser & Cie Cal 321/341/342, Harry Winston "Opus 7", Maurice Lacroix "Le Chronographe". Due anni fa, ho lasciato l'industria dell'orologeria e mi sono concentrato nella costruzioni dei bracci.

 

Ho studiato un sacco di soluzioni per quanto riguarda i bracci. Da quando avevo 17 anni, ho cercato di combinare la perfetta geometria del tracciamento tangenziale con i vantaggi del braccio basculante. Gli esempi più popolari nella storia sono il BJ e il Garrard Zero. Tuttavia, non ero soddisfatto delle compromessi della soluzione "tetragon". Essi hanno un piccolo errore di tracking, mentre il mio primo obiettivo era quello di creare un braccio tangenziale imperniato. Ecco come è nato il Thales Original. La novità principale è che io uso una geometria a base triangolare, invece di un tetragono. Per il Semplicity ho fatto un passo indietro alla soluzione con tetragono, ma ho creato una nuova versione,  con un errore di tracking tre volte inferiore rispetto alle altre soluzioni finora sviluppate.

 

Facciamo una panoramica:

 

Burne Jones: soluzione Tetragon, bracci non paralleli, ago-punta tra i punti di pivot, +/- 0,030 °

Garrard: soluzione Tetragon, bracci paralleli, punta dell'ago nel punto del cuscinetto, +/- 0,024 °

Thales Original: vuova soluzione a triangolo, lungo il "cerchio di Talete", assolutamente tangenziale

Thales Semplicity: soluzione Tetragon, bracci non paralleli, punta dell'ago nel punto del cuscinetto, +/- 0,008 °

 

Vedete, la differenza per quanto riguarda la geometria è significativo, ma non enorme. Ma la qualità del cuscinetto del Thales Original e Semplicity ha uno sviluppo superiore, ed è per questo che i vantaggi teorici per la prima volta portano ad un risultato acustico migliore.

 

T W: ci descrivi la complessità del disegno del braccio e dell'assemblaggio che porta ad un prezzo di vendita non basso. In altre parole, cosa accade con un braccio Thales che giustifica il suo costo?

 

Micha Huber: solo la produzione senza compromessi permette di realizzare una soluzione più complicata ma con un'altissima qualità audio. Il braccio Thales è costituito da più di 100 parti. Ogni parte è progettata secondo la sua funzione specifica. Usiamo cuscinetti e sfere in zaffiro, migliori per ridurre l'attrito a valori più bassi possibili. Il braccio è lavorato dal pieno, non usiamo materiale come fogli o tubi. Tutte le parti in acciaio sono lucidate con il migliore trattamento di qualità disponibile al mondo. L'assemblaggio è fatto da un mio dipendente, Daniel Schmid, che è un orologiaio ben addestrato. Uniamo la tradizione artigianale all'utilizzo di attrezzature più moderne disponibili per raggiungere la migliore qualità nella progettazione e nella produzione.

 

T W: L'errore di Tracking può essere ridotto con le bracci più lunghi, per esempio da 10 pollici o 12 pollici, quindi con progetti meno complicati? In altre parole, il disegno Thales è superiore ai bracci lunghi?

 

Micha Huber: Non è possibile confrontare la riduzione dell'errore di tracking di bracci tradizionali da 12 pollici con i nostri prodotti. Per raggiungere la precisione del Semplicity, per esempio, un braccio tradizionale dovrebbe essere lungo 1.500 pollici, mentre il Thales Original definisce il riferimento, che non può essere superato, teoricamente.

 

T W: Può essere vero che un braccio più corto introduce meno risonanza, il design a doppia canna del braccio del Semplicity o l'ulteriore canna orizzontale del braccio Thales Original non aumenta la quantità di risonanza nella struttura del braccio?

 

Micha Huber: Lei ha perfettamente ragione; questa operazione richiede una soluzione specifica. Ma per trovare questa soluzione, è possibile invertire l'handicap in beneficio ed arrivare ad una prestazione e una proprietà di smorzamento tipico dei bracci a singolo tubo. Non posso svelare tutti i dettagli a riguardo della soluzione che abbiamo trovato, in fondo di tratta di utilizzare entrambi i bracci in modo armonico e creare smorzamento invece di amplificare la loro frequenza di risonanza.

 

T W: Ho notato che anche il contrappeso è diviso in due parti, mi spieghi il funzionamento del contrappeso, in che modo è diverso da bracci convenzionali? Se non mi sbaglio, la disposizione del contrappeso si occupa anche dell'anti skating?

 

Micha Huber: Questa domanda tocca decisamente uno dei nostri segreti, di come e perché il Semplicity funziona senza intoppi ... Ma in fondo, il contrappeso diviso ha piccoli magneti incorporati che rende possibile:

 a) bilanciare le forze laterali (anti-skating), b) ridurre l'attrito e c) smorzare il braccio.

 

T W: Qual'è la quantità di distorsione di tracking considerata inaccettabile? Esiste una correlazione tra dimensione dei solchi del disco e il livello di distorsione?

 

Micha Huber: Questo è molto interessante e inizia a toccare il limite della conoscenza di oggi. A Monaco di Baviera 2010 ho parlato con alcuni amici del settore (Helmut Brinkmann, Frank Schröder) e sono giunto alla stessa conclusione indipendentemente:

 

Fondamentalmente l'errore di tracking influenza il segnale musicale e aggiunge una distorsione. Vi è una correlazione tra il diametro tracking e la frequenza del segnale. Più stretto è il diametro del tracking e più alta è la frequenza, si possono quindi sentire distorsioni rilevanti. Oltre a ciò, il tracking error ha un'altra influenza per la proprietà tracking: appena si lascia la posizione tangente, il diamante viene toccato dal lato sinistro e destro del solco leggermente fuori asse.

 

Prendendo in considerazione entrambi gli aspetti, si può dire non ci può essere distorsioni udibili se si dispone di più di 1° tracking error per la scanalatura interna. Ma la differenza udibile tra 0° e 0,1° è molto più che tra 0,1° e 1°, in quanto la perdita di controllo del diamante è udibile non appena si lascia la posizione della tangente.

 

T W: Sul braccio Semplicity, quanto è efficace è il disegno del braccio/cuscinetto rispetto al Thales Original? Che differenza c'è la i votri cuscinetti rispetto ai cuscinetti tradizionali?

 

Micha Huber: Dopo aver "giocato" con tre prototipi, abbiamo migliorato il doppio cuscinetto cardanico del Semplicity fino a raggiungere gli stessi valori di attrito, come anche per il Thales Original. Tutto il mio progetto si basa su poco spazio, come la mia filosofia è di non permettere alcun movimento salvo quello orizzontale e verticale. La costruzione tangenziale imperniata può confrontarsi con qualsiasi disegno con cuscinetto a sfere per quanto riguarda l'attrito, ma non con i bracci unipivot che hanno un solo punto di contatto. Ma dal mio punto di vista, non solo serve meno attrito possibile, ma anche serve rigidità e giusto equilibrio per compensare le forze "in-side" causata dall'attrito tra disco e diamante.

 

T W: i bracci Thales Semplicity e l'Original sono facili da installare e utilizzare come i bracci convenzionali?

 

Micha Huber: Il Semplicity  è ancora più facile da configurare, lo shell può essere smontato e la testina deve essere regolata con uno strumento speciale in dotazione con il braccio. Il Thales l'Original ha bisogno di un po' più di cure, perché con la sua meccanica ha bisogno di più spazio.

 

T W: Grazie Micha!

 

Articolo di Terence Wong (T W) dalla rivista MOD AV.

 

Tradotto dall'articolo originale:

https://audionote.wordpress.com/2011/06/26/an-interview-with-micha-huber-of-thales/