close



Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica e clicca su ISCRIVITI ORA

Torna alla pagina precedente indietro

Ingrandisci immagine Concerto di Primavera
Ingrandisci immagine
Visualizza immagine Concerto di Primavera
Concerto di Primavera
Sabato 28 Aprile

presso Auditorium Casa dell’Economia - Via Tonale, 28/30 - Lecco

 

IL CONCERTO DI PRIMAVERA apre la stagione concertistica 2018 della FILARMONICA GIUSEPPE VERDI di LECCO


Il Concerto, che si terrà sabato 28 aprile ore 21,00 presso l’Auditorio della Casa dell’Economia di Lecco in via Tonale 28, dedica tutta la prima parte ad un brano molto particolare di U. Bianchi: IL RITORNO DI ULISSE. Trenta minuti di musica imperiosa e forte che trascinerà il pubblico nella sua epica ridondanza coadiuvata dalla voce narrante di Aurelio Ballerini che, con la sua voce, farà da like motive al brano.
La seconda parte è dedicata all’anno Rossiniano. Infatti centocinquant’anni fa moriva Gioacchino Rossini, la Filarmonica eseguirà: L’ASSEDIO DI CORINTO, UNA MARCIA PER IL SULTANO, L’ITALIANA IN ALGERI.

 

Programma Concerto di Primavera


Prima parte
Il ritorno di Ulisse

Voce narrante Aurelio Ballerini

 

Seconda parte
Dedicata al 150° della morte di Gioacchino Rossini

L'assedio di Corinto
Una marcia per il sultano
L'italiana in Algeri

 

A dirigere la Filarmonica il Maestro Mauro Bernasconi, a presentare la serata Marcello Villani.

 

Gioachino Rossini, o Gioacchino, al battesimo Giovacchino Antonio Rossini (Pesaro, 29 febbraio 1792 – Passy, 13 novembre 1868), è stato un compositore italiano.
La sua attività ha spaziato attraverso vari generi musicali, ma è ricordato principalmente per opere famose e celebrate quali Il barbiere di Siviglia, L'italiana in Algeri, La gazza ladra, La Cenerentola, Semiramide e Guglielmo Tell. Rossini compose la prima opera all'età di quattordici anni e scrisse trentanove opere di rilievo in diciannove anni, prima del suo improvviso abbandono del teatro nel 1829; seguirono decenni in cui Rossini abbandonò l'attività compositiva a livello professionale e fu afflitto da depressione. Morì nella campagna parigina di Passy, dove si era ritirato a vita privata.
Il "più importante compositore italiano della prima metà del XIX secolo" ed uno dei massimi operisti della storia della musica, Rossini fu definito da Giuseppe Mazzini «un titano. Titano di potenza e d'audacia, il Napoleone d'un'epoca musicale». Tipico del suo stile era il crescendo orchestrale su una frase ripetuta, immortalato nella locuzione crescendo rossiniano.


Sponsor Ufficiale
ALTA FEDELTA’ – AUDIO-VIDEO - Calco (Lecco)
Tel. 039 9906728

Il Concerto è a ingresso libero e USCITA RESPONSABILE.