ALTA FEDELTA' - CALCO (Lecco)

Festeggiando il Natale

Degustazioni musicali - 21 Dic. 2019

Anche quest'anno le degustazioni musicali proseguono, ti aspettiamo Sabato 21 Dicembre 2019 per assaggiare gli ottimi vini della Cantine Salvano e ascoltare tanta buona musica nelle nostre sale qui in negozio a Calco (Lecco).

dalle ore 15
 Degustazione Vini della Cantine Salvano

Le origini della Cantine Salvano risalgono ai primi anni del ‘900.

Il vino è parte delle loro radici contadine e tutto gira intorno ad esso, vero ed unico interprete della terra delle Langhe. Oggi i vini Salvano sono riconosciuti ed apprezzati in tutto il mondo, tradizione e innovazione si riflettono nella linea classica ed elegante studiata per i grandi vini, nel packaging unico di prodotti selezionati confezionati artigianalmente.

Durante il pomeriggio sarà possibile acquistare confezioni regalo natalizie.

Ore 21,00
Andrea Cantù in Concerto per Pianoforte*

Programma

Antonio Carlos Gomes, grande valsa de bravura
Antonio Carlos Gomes, cayumba
Antonio Carlos Gomes, mormorio
Robert Schumann, toccata in do maggiore
Giuseppe Verdi - Franz Liszt, Agnus Dei (dal requiem)
Frederic Chopin, sonata n.3 in si minore, op.58
Frederic Chopin, polacca-fantasia in la bemolle maggiore, op.61

*Per il concerto i posti sono limitati.
Prenotazioni: direttamente in negozio, telefono 039.9906728, hifi@afmerate.com

Ore 22,00
Brindisi finale e Panettone

A conclusione del concerto festeggeremo insieme il Natale con brindisi e panettone artigianale!

Cantine Salvano, un pò di filosofia

Alla Salvano, fin dai primi anni di produzione, si e` sempre stati attenti alla coltivazione della materia prima e alla selezione dei grappoli. I vigneti, presenti in diverse zone della Langa e del Roero, vengono curati e lavorati a conduzione famigliare, secondo la tradizione, per conservare le diverse caratteristiche che ogni terroir dona.
Le vigne sono dislocate a Diano d'Alba, la storica terra della prima sede della cantina, a Ricca, Roddino, Barbaresco, Treiso, Serralunga, Monforte, e nel Roero. Vigneti differenti, terreni dai sapori e dai profumi particolari, esposizioni solatie dei versanti dove, grazie all’abbondante energia luminosa l’attivita` foto sintetica avviene con maggiore intensita`, producendo quantita` di sostanza secca piu` abbondante dai quali si ricavano uve superlative, che si trasformano in vini inconfondibili, esclusivi.

Conosci Andrea Cantù e la sua storia

Andrea è considerato una giovane stella del pianismo italiano, il celeberrimo Aldo Ciccolini ha scritto di lui: “La sua sensibilità musicale mi commuove”. Le sue interpretazioni affiancano il virtuosismo tecnico trascendentale ad una carica emotiva e introspezione a detta di molti sorprendente.

Curriculum

Ha iniziato lo studio del pianoforte in tenera etá e si è diplomato con lode al Conservatorio G. Verdi di Como sotto la guida del M° Patuzzi. Si è perfezionato a Parigi all’ Ecole Normale de Musique A. Cortot col M° Blacher e privatamente (uno degli ultimissimi allievi personali) con il M° Ciccolini e ha approfondito il repertorio tardobarocco col M° Emilia Fadini.

Ha vinto il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Caraglio (dove ha vinto anche un corso di perfezionamento annuale con il M° Roberto Plano), secondo premio al Concorso Nazionale di Giussano e al Concorso Internazionale Monterosa Kawai. Ha vinto il Concorso Giubilei, in cui gli è anche stata conferita una borsa di studio per la masterclass del M° Perticaroli al Mozarteum di Salisburgo. Ha vinto anche la borsa di studio Piano City Milano, il premio Franz Terraneo, il London International Grand Prize Virtuoso.

Ha seguito la masterclass del M° Petrushansky presso l’Imola Summer Piano Academy. Si è esibito in vari luoghi, tra cui a Salisburgo al Mozarteum, a Parigi in Salle Cortot, a Bruxelles al museo degli strumenti musicali e nella sede della MG Concerts, a Londra alla Royal Albert Hall, Sherriff Centre e Milton Court, a Como per il Festival Arrigo Cappelletti, Festival Chopin, Festival Liszt, al Teatro Carducci, a Varenna a Villa Monastero, a Villa Erba per il Festival di Cernobbio davanti a oltre duemila persone, a Lecco a Villa Gomes, nell’auditorium Casa dell’Economia, in Sala Ticozzi, a Mandello del Lario a Villa Carcano, nell’Auditorium S. Antonio di Morbegno, a Piacenza in Sala dei Teatini, a Milano per gli Amici della Scala, a Palazzo Cusani, a Villa Simonetta, al teatro scientifico Bibiena di Mantova, al Teatro Sociale di Stradella, all'Accademia Tadini di Lovere, nella rocca di Riva del Garda, nell’ex chiesa di Santa Chiara a Sansepolcro, a Pavia nella basilica di San Michele, nel duomo e nel Collegio Borromeo, nella piazza di Sansepolcro in occasione dell'inaugurazione del pianoforte suonato abitualmente da Puccini, all'Accademia internazionale di Villa Bossi, al teatro di Casalmaggiore, al circolo filologico di Milano, a villa Borletti di Origgio.

Nel dicembre 2016 ha vinto il concorso per entrare a far parte della Guildhall School of Music & Drama di Londra, dove ha conseguito l’Artist Master sotto la guida di Ronan O'Hora e Caroline Palmer.
È stato anima, ideatore e direttore artistico del Festival Musicale Internazionale Rotaractiano “Musicisti del mondo per il centro Italia”.
Ha registrato live le Variazioni Goldberg di Bach.

Colleziona pianoforti storici e fortepiani (ne possiede quindici a coda) e ne studia la storia e l'evoluzione. Li utilizza per riscoprire l'universo sonoro dei compositori del passato, che scrivevano musica per e su quegli strumenti.

Collabora con affermati musicisti da tutto il mondo.

Si sta occupando della valorizzazione e riscoperta del compositore brasiliano Antonio Carlos Gomes.

Compone musica per pianoforte e scrive poesie.
Ha recentemente firmato un contratto con la casa discografica Halidon.

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Clicca qui per aver maggiori informazioni